Codice etico e di comportamento

1 - Premessa

La COFYP S.r.l. svolge la sua attività e persegue i suoi obiettivi di business nel pieno rispetto di principi etici e di integrità morale, con la convinzione che ciò sia condizione indispensabile per favorire una crescita sostenibile dell’impresa, sotto il profilo economico, sociale ed ambientale.

Vista la sua complessa operatività, il livello di competenze e responsabilità richiesto e la molteplicità dei suoi interlocutori, per la COFYP S.r.l. diventa di primaria importanza la gestione dei rapporti con tutti i soggetti che entrino, a qualsiasi titolo, in contatto con essa e/o abbiano comunque un interesse nelle attività che l’azienda pone in essere nonché legittime aspettative derivanti da tali attività.

La COFYP S.r.l. ha pertanto emanato il seguente Codice etico e di comportamento, il quale esplicita gli impegni che essa si assume nei confronti dei suddetti soggetti ed i valori e principi di comportamento cui essa si ispira nel realizzare i propri obiettivi e ai quali devono, quindi, attenersi tutti coloro che, a qualsiasi titolo, operano in relazione con la Società.     

Tale Codice non ha la pretesa di essere completo ed esaustivo, semplicemente contiene le regole base e le norme minime di comportamento adottate dalla Società, pertanto non pregiudica l’osservanza e l’applicazione delle norme di legge previste in materia. Esso è stato approvato dall’Assemblea dei soci in data 7 giugno 2016 e verrà, se del caso, aggiornato periodicamente.

2 - Destinatari

Il presente Codice costituisce elemento di riferimento per tutti i soggetti che hanno relazioni con la Società.

Esso è destinato, in particolare, a:

  • i soci;
  • i componenti del consiglio di Amministrazione e di tutti gli altri organi sociali previsti;
  • i dipendenti ed i collaboratori non subordinati;
  • le banche e gli altri istituti di credito;
  • le pubbliche amministrazioni e gli enti pubblici;
  • tutti i soggetti che intrattengano rapporti, di qualsiasi natura e durata, con la Società e che operano per il conseguimento degli obiettivi della stessa (consulenti, agenti, partner commerciali o comunque soggetti legati da un rapporto di collaborazione con la COFYP S.r.l.).

A tutti i destinatari del Codice è richiesta la conoscenza ed il rispetto dei principi in esso espressi, senza eccezione alcuna. Esso si applica in Italia e in tutti i Paesi in cui la Società opera.

3 - Principi di riferimento

Innanzitutto, la COFYP S.r.l. assume come principio imprescindibile l’osservanza delle leggi e dei regolamenti vigenti nei Paesi in cui opera, nonché l’osservanza delle norme e delle procedure societarie necessarie per eseguire le proprie operazioni di business, ottenere appropriate autorizzazioni e rispettare tutti gli aspetti di controllo contabile interno ed esterno prescritti.

Inoltre la Società fonda la propria attività sui seguenti principi e valori:

  • onestà e correttezza;
  • trasparenza e completezza dell’informazione;
  • tutela della riservatezza e della privacy;
  • prevenzione e risoluzione dei conflitti di interesse;
  • uguaglianza, rispetto della persona e parità di trattamento;
  • concorrenza libera e leale;
  • tutela ambientale;
  • tutela dei beni aziendali e sicurezza informatica.

A tale proposito, e con specifico riferimento ai principi indicati nel presente articolo, si evidenzia che la convinzione di agire in qualche modo a vantaggio della Società non giustifica, per COFYP S.r.l., l’adozione di comportamenti in contrasto con i principi espressi nel presente documento; pertanto in caso di violazione degli stessi, tale inosservanza comporterà l’adozione delle sanzioni disciplinari previste.

3.1. Onestà e correttezza

L’onestà rappresenta il principio fondamentale per lo svolgimento di tutte le attività della Società, nelle sue iniziative imprenditoriali e nelle sue relazioni con i soggetti interni ed esterni, e costituisce altresì elemento essenziale della gestione aziendale. Pertanto, la Società si impegna ad eseguire gli accordi secondo quanto stabilito consapevolmente dalle parti, nel rispetto dei principi di correttezza, collaborazione, lealtà e rispetto reciproco.

3.2. Trasparenza e completezza dell'informazione

La Società si impegna a fornire informazioni sempre complete, trasparenti e comprensibili a tutti e la loro comunicazione deve avvenire in modo accurato e fedele, per permettere ai destinatari di assumere decisioni consapevoli in merito all’attività svolta dalla stessa ed ai servizi offerti. La Società si astiene dal fornire, in qualsiasi caso, informazioni false o tendenziose; non è permesso rilasciare dichiarazioni false, ingannevoli o denigratorie in merito ad un concorrente, ai suoi prodotti o servizi.

La Società adotta sistemi di contabilità adeguati ai principi contabili applicabili e opera con la massima trasparenza contabile, che si fonda sulla veridicità, accuratezza e completezza dell’informazione di base per le relative registrazioni. E’, pertanto, compito di tutti i dipendenti e collaboratori interni ed esterni coinvolti nelle registrazioni contabili e nelle attività di formazione del bilancio o di altre comunicazioni sociali, di assicurare la massima collaborazione, la completezza e chiarezza delle informazioni fornite, nonché l’accuratezza dei dati e delle elaborazioni sia ai soggetti che si occupano della contabilizzazione dei fatti gestionali e della formazione del bilancio che a tutti i soggetti esterni che effettuano attività di controllo, revisione o certificazione del bilancio. I membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio sindacale, i revisori e i liquidatori, ove previsti, sono tenuti alla massima correttezza nella redazione del bilancio e delle altre comunicazioni imposte o comunque previste dalla legge e dirette ai soci o al pubblico.

3.3. Tutela della riservatezza e della privacy

La Società tutela la riservatezza di tutte le informazioni in proprio possesso assicurando il rispetto della legislazione vigente in materia di privacy ed a tal fine ha adottato un apposito documento contenente la privacy policy seguita, al quale si rimanda.

La Società vieta ogni uso improprio delle informazioni dei dipendenti e collaboratori e qualsiasi indagine sulle loro idee, preferenze, gusti personali e, in generale, sulla loro vita privata. Ai destinatari del presente Codice è fatto divieto di utilizzare informazioni riservate per scopi non connessi all’esercizio della propria attività professionale e/o al di fuori dei limiti previsti dalla normativa vigente. I destinatari del presente Codice devono inoltre salvaguardare, secondo il principio della riservatezza, la tutela del know-how tecnico, finanziario, legale, amministrativo, di gestione del personale e dell’attività aziendale e, più in generale, ogni informazione ottenuta in relazione alle mansioni e agli incarichi svolti, riconoscendone la proprietà alla COFYP S.r.l.. 

3.4. Prevenzione e risoluzione dei conflitti di interesse

La Società si impegna a mettere in atto tutte le misure necessarie a prevenire e risolvere potenziali conflitti di interesse ed a tal fine ha adottato un apposito documento contenente la privacy conflitti di interesse seguita, al quale si rimanda.

Nella conduzione di qualsiasi attività devono sempre essere evitate situazioni in cui i soggetti coinvolti nelle operazioni siano in conflitto di interessi, cioè nella situazione, anche soltanto potenziale, in cui gli interessi o le attività personali o familiari condizionino la capacità di operare nel totale interesse della Società.

I destinatari del presente Codice devono evitare di partecipare ad attività o assumere incarichi, direttamente o indirettamente, che possano interferire con la loro capacità di assumere decisioni, in maniera indipendente e imparziale nell’ambito della funzione da essi svolta per conto della Società. Qualora un soggetto ritenga di trovarsi in una posizione di conflitto di interessi, deve astenersi dall’adottare qualsiasi decisione e/o svolgere attività i cui effetti ricadano, direttamente o indirettamente, sulla Società e riferirne immediatamente all’organo competente.

3.5. Uguaglianza, rispetto della persona e parità di trattamento

La Società assicura il rispetto dell’integrità fisica e culturale della persona e il rispetto della dimensione di relazione con gli altri. In particolare tutela e promuove il valore delle risorse umane, allo scopo di migliorare e accrescere il patrimonio e la competitività delle competenze possedute dai propri dipendenti e/o collaboratori.

A tal fine la Società si impegna ad evitare ogni discriminazione in base all’età, al sesso, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche, all’appartenenza ad organizzazioni sindacali e alle credenze religiose, in tutte le decisioni che influiscono sulle relazioni con i propri stakeholders.

La Società non tollera richieste e/o minacce volte ad indurre le persone ad agire contro la legge o contro il presente Codice, o ad adottare comportamenti lesivi delle convinzioni e preferenze morali o personali di ciascuno.

La Società assicura ai propri dipendenti condizioni di lavoro sicure, salubri e tutela l’integrità fisica e morale dei suoi collaboratori.

La Società adotta e mantiene adeguati sistemi di gestione volti a identificare, prevenire e reagire a possibili situazioni di rischio, per garantire la salute e la sicurezza di tutto il personale.

3.6. Concorrenza libera e leale

La Società intende tutelare il valore della concorrenza leale, astenendosi da comportamenti atti a favorire la conclusione di affari a proprio vantaggio in violazione di leggi o regolamenti vigenti e riconoscendo che una concorrenza corretta e leale costituisce elemento fondamentale della propria reputazione, necessario per lo sviluppo dell’impresa e del mercato in cui opera. Essa presta completa e scrupolosa osservanza della normativa antitrust ed in caso di potenziale conflitto con tale normativa, deve essere preventivamente richiesta la verifica degli esperti legali.

3.7. Tutela ambientale

La Società è molto attenta alle problematiche ambientali e si impegna nell’adozione di strategie volte al miglioramento continuo dei risultati nel campo della protezione e gestione dell’ambiente, concentrando gli sforzi sulla prevenzione dell’inquinamento e la minimizzazione dei rischi ambientali.

A tal fine essa conduce la propria attività e persegue i propri obiettivi nel rispetto dell’ambiente e della relativa legislazione ed assume ogni idoneo strumento di cautela al fine di tutelare l’ecosistema con particolare attenzione alle normative vigenti in materia di smaltimento dei rifiuti, tutela delle acque, del suolo, del sottosuolo, delle specie animali e vegetali protette, dell’habitat e dell’atmosfera.

La Società si impegna a gestire in modo sostenibile le risorse naturali e l’energia, valorizzandone l’impegno, prestando particolare attenzione alla riduzione degli sprechi e incrementando il ricorso alle fonti rinnovabili; essa, inoltre, si propone di sensibilizzare, formare ed addestrare opportunamente il personale, al fine di raggiungere elevati tenori di professionalità e qualità delle prestazioni sulle tematiche di sicurezza, ambiente e salute, perseguendo la crescita della consapevolezza e del senso di responsabilità dell’intera Azienda.

3.8. Tutela dei beni aziendali e sicurezza informatica

Ogni dipendente e collaboratore è tenuto ad operare con diligenza per tutelare i beni aziendali, attraverso comportamenti responsabili ed in linea con le procedure operative predisposte per regolamentarne l’utilizzo, documentando con precisione il loro impiego.

In particolare per quanto riguarda l’utilizzo dei sistemi informatici, ognuno è responsabile della sicurezza dei sistemi utilizzati ed è soggetto alle disposizioni normative in vigore ed alle condizioni previste dai contratti di licenza.

Salvo quanto previsto dalle leggi civili e penali, rientra nell’uso improprio dei beni e delle risorse aziendali l’utilizzo dei collegamenti in rete per fini diversi da quelli inerenti al rapporto di lavoro o per inviare messaggi offensivi o che possano arrecare danno all’immagine dell’azienda.

Ogni dipendente e collaboratore è, altresì, tenuto a prestare il necessario impegno al fine di prevenire la possibile commissione di reati mediante l’uso degli strumenti informatici.

4 - Norme e standard di comportamento

La Società intende mantenere con tutti i soggetti con cui si relaziona, rapporti improntati ai più elevati standard di professionalità e correttezza in un’ottica di collaborazione e assistenza continua volti a garantire soddisfazione e fiducia degli stessi.

Di seguito si riportano le principali norme di comportamento che i destinatari del presente Codice devono seguire nelle relazioni con i clienti, i dipendenti e/o i collaboratori, la comunità e le istituzioni, la Pubblica Amministrazione e gli Enti pubblici.

4.1. Omaggi, regali e altre forme di benefici

Non è ammessa alcuna forma di regalo o beneficio gratuito, promesso, offerto o ricevuto, che possa essere interpretata come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolta ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi operazione riconducibile all’attività societaria. Tale norma non ammette deroghe nemmeno in quei Paesi dove offrire doni di valore a partner commerciali è ritenuto consuetudine. Omaggi o regalie sono consentiti solo se di valore modesto, e comunque, se non possano essere in alcun modo interpretati come strumento per ricevere favori illegittimi e sempre nel rispetto delle procedure interne a ciò preordinate.

In ogni caso i soci, gli amministratori e tutti coloro che lavorano per la Società si astengono da pratiche non consentite dalla legge, dagli usi commerciali o dagli eventuali codici etici delle aziende o degli enti con i quali si hanno rapporti.

4.2. Rapporti con i media

Coerentemente con i principi di trasparenza e completezza sopra esposti, la comunicazione della Società verso l’esterno è improntata al rispetto del diritto all’informazione ed in nessun caso è permesso divulgare notizie o commenti falsi, tendenziosi o svianti.

Ogni attività di comunicazione deve rispettare le leggi, le regole e le pratiche di condotta professionale ed è realizzata salvaguardando la parità di accesso alle informazioni, le informazioni riservate e sensibili, i segreti industriali e il diritto d’autore.

Per garantire completezza e coerenza delle informazioni, i rapporti con i mass media sono riservati ai vertici dell’azienda, a soggetti apicali o altri soggetti all’uopo autorizzati, nessun altro soggetto può fornire informazioni di qualsivoglia natura ai rappresentanti degli organi di informazione, né avere con questi alcun tipo di contatto volto alla diffusione di notizie aziendali.

4.3. Rapporti con i clienti

Lo stile di comportamento nei confronti dei clienti è improntato all’integrità, oggettività, competenza ed al rispetto, nell’ottica di un rapporto di elevata professionalità.

La Società si impegna a porre al centro della propria attività l’attenzione alle esigenze dei propri clienti, prestando la massima cura per assicurarne la completa soddisfazione e per garantire a tutti il miglioramento continuo del servizio; a tal fine essa ha adottato un apposito documento che contiene la policy reclami seguita, al quale si rimanda.

4.4. Rapporti con i dipendenti e collaboratori

La Società riconosce la centralità delle Risorse Umane (intendendosi per tali sia i soci che i dipendenti, sia i collaboratori che prestano la loro opera a favore della Società in forme contrattuali diverse da quella del lavoro subordinato) e l’importanza di stabilire e mantenere con questi soggetti relazioni basate sulla lealtà e sulla fiducia reciproca.

La valutazione del personale da assumere è effettuata in base alla corrispondenza dei profili dei candidati rispetto a quelli attesi ed alle esigenze specifiche della Società, nel rispetto dei principi dell’imparzialità e delle pari opportunità per tutti i soggetti interessati, è proibita qualsiasi forma di discriminazione.

Nel momento in cui inizia la collaborazione, il dipendente/collaboratore deve ricevere esaurienti informazioni riguardo alle caratteristiche delle mansioni e della funzione, agli elementi normativi e retributivi ed alle normative e comportamenti per la gestione dei rischi connessi alla salute personale.

Tutto il personale deve essere assunto con regolare contratto di lavoro secondo quanto previsto dagli obblighi di legge.

La privacy dei dipendenti e dei collaboratori è tutelata nel rispetto della normativa di riferimento, anche attraverso standard operativi che specificano le informazioni ricevute e le relative modalità di trattamento e di conservazione. È vietata ogni indagine sulle idee, le preferenze, i gusti personali e la vita privata delle persone.

Ogni dipendente e collaboratore della Società è tenuto ad evitare tutte le situazioni e tutte le attività in cui si possa manifestare un conflitto con gli interessi della Società o che possano interferire con la propria capacità di assumere, in modo imparziale, decisioni nel migliore interesse della Società in linea con gli aspetti tecnici dell’attività svolta e nel pieno rispetto delle norme del presente Codice e della Privacy conflitti di interesse adottata. Deve, inoltre, astenersi dal trarre vantaggio personale da atti di disposizione dei beni sociali o da opportunità d’affari delle quali è venuto a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni.

La Società si impegna a promuovere e diffondere la cultura della sicurezza, sviluppando la consapevolezza della gestione dei rischi, promuovendo comportamenti responsabili e preservando, soprattutto con azioni preventive, la salute e la sicurezza di tutti i dipendenti e collaboratori.

Tutti i dipendenti e collaboratori sono tenuti allo scrupoloso rispetto delle norme e degli obblighi derivanti dalla normativa di riferimento in tema di salute, sicurezza e ambiente, nonché al rispetto di tutte le misure richieste dalle procedure e dai regolamenti interni.

La Società si impegna a richiedere ai propri dipendenti e collaboratori il rispetto di principi comportamentali corrispondenti ai propri, ritenendo questo aspetto di fondamentale importanza per la nascita o la continuazione di un solido rapporto professionale.

I dipendenti ed i collaboratori sono informati dell’esistenza del presente Codice e delle norme in esso contenute; a tale fine, nei singoli contratti, sono previste apposite clausole che li impegnano all’osservanza ed al rispetto dello stesso.

4.5. Rapporti con la pubblica amministrazione, gli enti pubblici, le istituzioni e tutte le autorità

I rapporti tra la Società e le istituzioni pubbliche sono improntati ai principi di correttezza, trasparenza e collaborazione.

Viene rifiutata qualsiasi tipologia di comportamento che possa ricondursi ad una natura collusiva o idonea a pregiudicare i principi espressi nel presente Codice.

L’assunzione di impegni con le pubbliche amministrazioni e le istituzioni pubbliche è riservata ai soggetti muniti di apposita procura scritta, salvo procure speciali eventualmente conferite ad altre risorse interne sempre in forma scritta.

La Società ricusa ogni comportamento che possa essere interpretato come premessa o offerta di pagamenti, beni o altre utilità di vario genere, al fine di promuovere o favorire i propri interessi e trarne vantaggio.

Ogni rapporto con le istituzioni nazionali o internazionali è riconducibile esclusivamente a forme di comunicazione volte a esplicitare l’attività della Società, a rispondere a richieste o ad atti di sindacato ispettivo (interrogazioni, interpellanze, richieste di informazioni collegate a commissioni e/o mandati in corso o conclusi, ecc.) o comunque a rendere nota la posizione della stessa su temi rilevanti. A tal fine la Società si impegna a:

  • operare, senza alcun tipo di discriminazione, attraverso i canali di comunicazione a ciò preposti con gli interlocutori istituzionali a livello nazionale e internazionale, comunitario e territoriale;
  • rappresentare i propri interessi e posizioni in maniera trasparente, rigorosa e coerente, evitando atteggiamenti di natura collusiva;
  • evitare falsificazioni e/o alterazioni di dati, rendiconti, relazioni al fine di ottenere un indebito vantaggio o qualsiasi altro beneficio per la Società.

È impegno della Società non erogare contributi, diretti o indiretti e sotto qualsiasi forma, a partiti, movimenti, comitati e organizzazioni politiche e sindacali, a loro rappresentanti e candidati, tranne quelli dovuti in base a normative specifiche, salvo che tali finanziamenti, non vietati dalla legge e dallo Stato, siano stati deliberati dall’Organo Sociale competente e regolarmente iscritti in bilancio.

La Società dà piena e scrupolosa osservanza alle regole emesse dalle Autorità regolatrici del mercato e non nega, nasconde o ritarda alcuna informazione richiesta dalle stesse e dagli altri organi di regolazione nelle loro funzioni ispettive.

Per garantire la massima trasparenza, la Società ed i propri dipendenti e collaboratori si impegnano a non trovarsi in situazioni di conflitto di interessi con dipendenti di qualsiasi Autorità e loro familiari.

4.6. Rapporti con i soci

Uno degli obiettivi della Società è la valorizzazione dell’investimento dei propri azionisti, mediante il perseguimento di una politica di sviluppo e gestione dei rischi in grado di garantire nel tempo soddisfacenti risultati economici.

La Società si impegna a creare le condizioni affinché la partecipazione dei soci alle decisioni di loro competenza sia diffusa e consapevole, promuove la parità e la completezza di informazione e tutela il loro interesse.

Ogni socio è tenuto ad evitare tutte le situazioni e tutte le attività in cui si possa manifestare un conflitto con gli interessi della Società o che possano interferire con la propria capacità di assumere, in modo imparziale, decisioni nel migliore interesse della Società in linea con gli aspetti tecnici dell’attività svolta e nel pieno rispetto delle norme del presente Codice e della Policy conflitti di interesse adottata.

Deve, inoltre, astenersi dal trarre vantaggio personale da atti di disposizione di beni sociali o da opportunità d’affari delle quali è venuto a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni.

5 - Sistema sanzionatorio in caso di violazione del codice

La violazione dei principi fissati nel presente Codice compromette il rapporto fiduciario tra la Società ed i propri amministratori, dipendenti, collaboratori, consulenti, clienti, ecc., pertanto tutte le violazioni saranno perseguite con tempestività, attraverso l’adozione di provvedimenti disciplinari adeguati e proporzionati, indipendentemente dall’eventuale rilevanza penale di tali comportamenti e dall’instaurazione di un procedimento penale nei casi in cui costituiscano reato.

In caso di accertata violazione del presente Codice la Società si impegna ad irrogare, con coerenza, imparzialità ed uniformità, sanzioni disciplinari proporzionate, nel rispetto di quanto disposto dalla normativa vigente, dal contratto individuale di lavoro e dalle procedure aziendali in materia di rapporti di lavoro. I provvedimenti potranno anche determinare la risoluzione del rapporto ed il risarcimento dei danni eventualmente subiti.

Tutti coloro che fossero a conoscenza di casi di violazione e/o disapplicazione del presente Codice possono riferirle, in maniera diretta o riservata, all’Organismo di Vigilanza.

6 - Organismo di vigilanza

Allo scopo di garantire il controllo dell’effettiva applicazione ed osservanza del presente Codice, la società ha deciso di istituire un organismo di vigilanza monocratico, che coincide con la figura dell’Amministratore Unico della COFYP S.r.l..

L’Organismo di Vigilanza è generalmente responsabile di:

  • proporre gli adattamenti e aggiornamenti del Codice (ad esempio, a seguito di mutamenti nell’organizzazione o nell’attività della società, di modifiche al quadro normativo di riferimento, di anomalie o violazioni accertate delle prescrizioni del Codice stesso);
  • vigilare e controllare l’osservanza e l’efficace attuazione del Codice da parte dei destinatari (ad esempio, verificando l’effettiva adozione e la corretta applicazione delle procedure, ecc.);
  • gestire e/o monitorare le iniziative di formazione e informazione per la diffusione della conoscenza e della comprensione del Codice da parte dei relativi destinatari;
  • gestire e dare seguito alle informazioni ricevute sul funzionamento del Codice;
  • ricevere ed esaminare le segnalazioni di eventuali violazioni del Codice;
  • intraprendere le iniziative sanzionatorie opportune a seguito delle violazioni o disapplicazioni del Codice.

Nel caso in cui l’autore della violazione sia proprio l’Amministratore unico, sarà l’Assemblea dei soci competente ad irrogare le opportune sanzioni nei suoi confronti.

7 - Modalità di attuazione e di diffusione del codice

Tutti i destinatari del presente Codice, sopra indicati, sono tenuti a conoscere le prescrizioni in esso contenute e le norme che regolano l’attività svolta nell’ambito delle loro funzioni, derivanti dalla legge, da procedure e/o regolamenti nazionali ed internazionali.

In particolare, tali soggetti hanno l’obbligo di:

  • astenersi da comportamenti contrari alle norme contenute nel presente Codice;
  • rivolgersi ai propri superiori, referenti aziendali, in caso di richiesta di chiarimenti sulle modalità di applicazione delle stesse;
  • riferire tempestivamente all’amministratore della società qualsiasi notizia, di diretta rilevazione o riportata da altri, in merito a possibili violazioni e a qualsiasi richiesta di violarle gli sia stata rivolta;
  • collaborare con le strutture deputate a verificare le possibili violazioni;
  • informare adeguatamente ogni terza parte con la quale vengano in contatto nell’ambito della loro attività lavorativa, circa l’esistenza del presente Codice e gli impegni ed obblighi imposti dallo stesso;
  • esigere il rispetto degli obblighi che riguardano direttamente la loro attività;
  • adottare le opportune iniziative interne e, se di propria competenza, esterne in caso di mancato adempimento da parte dei terzi dell’obbligo di conformarsi alle norme del presente Codice.

L’osservanza delle norme del presente Codice è parte essenziale delle obbligazioni contrattuali di tutti i dipendenti e collaboratori della Società, nonché dai soggetti aventi relazioni d’affari con la Società e comunque da chiunque entri in contatto con la stessa, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2104 c.c.; pertanto ne viene fatta espressa menzione nei contratti conclusi con gli stessi e/o nelle relative comunicazioni inviate e viene loro fornita una copia del Codice etico e di comportamento.

 

Ultimo aggiornamento 13 ottobre 2016